lunedì 7 febbraio 2011

Risotto pere e spumante

L'altro giorno avevo due pere in dirittura d'arrivo nel cesto della frutta e dello spumante brut che da noi avanza sempre quando si festeggia (poi quello secco ha sempre meno successo del dolce!)...
Ultimamente un po' perché sono un po' intollerante alla pasta, un po' perché trovo che sia un alimento veramente versatile utilizzo molto spesso il riso e quindi cosa fare se non... un risotto pere e spumante?!
Sono andata su internet per vedere se fosse un'idea malsana e cosa ho trovato? che Martina ci aveva già pensato qualche mese fa! Beh, se l'aveva fatta lei potevo andare sul sicuro!
E' un risotto molto delicato ma non insapore, le pere non risultano stucchevoli grazie alla cipolla rosolata e lo spumante è un ottimo sostituto del vino bianco.. in due parole: da rifare!

RISOTTO PERE E SPUMANTE




Ingredienti per 4 persone:
400 gr di riso carnaroli
2 pere abate mature
un bicchiere di spumante brut
brodo di carne (io ho usato il dado)
1 cipolla piccola
parmigiano
olio
sale

Procedimento:
Prendete un tegame bello grande.
Tritate con la mezzaluna la cipolla e mettetela a rosolare nel tegame con un po' di olio.
Tagliate una pera e mezza a tocchetti e aggiungetela, cuocendola per qualche minuto (non deve sfarsi completamente!), poi aggiungete il riso per farlo tostare, mescolando.
Versate il bicchiere di spumante e fatelo sfumare a fiamma alta. A questo punto aggiungere il brodo un po' alla volta quando si consuma il precedente, fino a fine cottura (in genere quando si fa il risotto deve cuocere più di quanto c'è scritto sulla scatola.. io lo tengo anche mezz'ora, tanto il carnaroli tiene bene la cottura!)
A fine cottura grattugiate un po' di parmigiano per mantecare (io non l'ho messo perché non mi piace, ma soprattutto perché me lo sono scordato!)
Versate nel piatto e decorate, se volete, con qualche dadino di pera (qui non li vedete perché la foto l'ho fatta agli "avanzi".. la prossima volta faccio una foto decente!).

9 commenti:

  1. Sono contenta che ti sia piaciuto...Anche a me era piaciuto un casino!!!

    RispondiElimina
  2. A proposito, volevo chiederti un favore...Siccome non ho capito come funziona il meccaniscmo di "link a questo post che ho messo in fondo ad ogni post, ma credo che sia un modo da parte tua per linkare un mio post sul tuo blog, mi faresti il favore di provare a cliccare su "crea link" nel post del risotto e vedere cosa succede? Forse devi usare quel link, lì dove hai messo Martina sopra che è cliccabile? Boh..:E' solo epr capire il meccanismo che non mi è chiaro...
    A proposito grazie per i "rAgalini! ho corretto!;)

    RispondiElimina
  3. WOW daly!ma questo è un signor risotto! Davvero originale...mi piacerebbe provarlo...quando mi inviti a casa tua?! :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao, complimenti per la gustosissima ricetta! Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.htm

    RispondiElimina
  6. Ciao carissima, ti ringrazio della visita, le arance fritte sono una mia idea, ti assicuro che la scorzetta diventa morbidissima, provare per credere! Un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
  7. idea più che valida! brava! potrei farle insieme a quelle di mele che ancora non ho mai provato! a presto!!!

    RispondiElimina
  8. Anno nuovo e contest nuovo per Dolci a gogo!!In collaborazione con Le Creuset, il mio blog ha organizzato un contest "Tutto in cocotte". Tra tutte le ricette partecipanti sarà scelta la più meritevole premiata con 4 cocotte Le Creuset.
    Per altre informazioni corri a leggere il post.
    Ti aspetto
    Baci Imma

    RispondiElimina
  9. bello il tuo blog.. ci sono finita per caso ma non ti mollo più. Mi segno subito tra i tuoi lettori fissi, se ti va passa a trovarmi. Mi farebbe piacere... Paola

    RispondiElimina